Ghyblij ed il pappagallo Amore, conquistano il cuore di Papa Francesco e l’attenzione dei mass-media

xxx
Share Button

La sua storia parla di Amore con la “A” maiuscola e si presta a facili allusioni. Già, perché quando l’uccello di uno spogliarellista finisce sui giornali di tutto il mondo si intuisce il motivo di tanto clamore dandolo quasi per scontato.

 

In realtà non è “l’attrezzo del mestiere” il vero oggetto di una notizia dai facili risvolti grotteschi e scandalistici, ma un simpatico pappagallo che ha catturato l’attenzione del Santo Padre a tal punto da essere benedetto proprio da Papa Francesco durante una pubblica udienza in Piazza San Pietro.

 

Francesco Lombardi, meglio conosciuto come Ghybli, torna dunque a far parlare di sé. Stavolta per un fatto che colpisce per la sua sensibilità e per l’onda emotiva che ha provocato.

 

xxx 002

 

Niente di scabroso o di indecente. Piuttosto un bellissimo episodio che ha come protagonista questo simpatico pennuto, allevato e coccolato con cura ed attenzioni da questo bizzarro personaggio.  Tutto nasce dall’amore viscerale che Ghybli (ci piace chiamarlo così) nutre per gli animali in genere.

 

Nella sua dimora a Trezzano sul Naviglio, a pochi chilometri dalla metropoli milanese, divide gli affetti con una tartaruga gigante, variopinti pesciolini di acqua dolce, un gatto sornione e pacifico ed un cane di nome Totò dai comportamenti quasi umani.

 

Da qualche mese è entrato a far parte del gruppo anche Amore, volatile parlante di origine esotica, ribattezzato così dalla figlia Ludovica che ha seguito sin dalla nascita questo rapporto tattile e sensoriale instauratosi nell’allevamento di Ferrara quando l’uovo veniva tenuto in mano quasi a voler creare una specie di cordone ombelicale.

 

Sul suo trespolo, noncurante delle problematiche di convivenza con gli altri esemplari della casa, regna sovrano e detta legge. Scandisce con frasi nitide e ripetute il suo pensiero e manifesta con vocaboli precisi uno stato d’animo particolarmente vivace.

 

Ci ha messo poco Amore a diventare l’attrazione del vicinato e ad ogni persona che passa davanti la finestra non fa mancare il suo rumoroso saluto. Persino Totò, fedele amico a quattro zampe, è caduto in depressione vistosi prevaricato dall’esuberanza del simpatico pappagallo.

 

xxx 001

 

A differenza di Loreto e Carmela, la coppia di amazzoni brasiliani che per anni hanno vissuto in simbiosi con la famiglia Lombardi, lui non è un guastafeste.

 

Ha imparato ad usare il becco solo per sgusciare i semi di girasole dei quali è ghiotto senza però distruggere gli arredi, oltre a proferir verbo con parole mai sconcie e volgari. 

 

Presenza inseparabile, segue il suo padre putativo in ogni evento pubblico o mondano arrivando persino all’incontro con Sua Santità, data la particolare devozione di Ghybli nei confronti di Papa Bergoglio.

 

Questo il racconto che ha lasciato un segno nel cuore e nell’anima del sex-symbol più famoso d’Italia:

 

“Io ed i miei cari eravamo lì in prima fila ad aspettare il passaggio del Pontefice quando ad un tratto Amore ha iniziato ad agitarsi sbattendo le ali. Questo suo strano atteggiamento ha incuriosito il Papa che si è fermato allungando in braccio, invitando il pappagallo ad andare da lui. Per la prima volta l’ho visto volare e staccarsi da me per poi poggiarsi sulla sua mano e restare docile ed in silenzio, giusto il tempo per  ricevere la benedizione. Il Santo Padre si è lasciato andare ad un sorriso radioso e si è rivolto a me congratulandosi per il mio uccello”.

 

xxx 003

 

Detta così è evidente che i più maliziosi prendano spunto per ricavarci battutacce di pessimo gusto, ma la cosa sorprendente è che quell’immagine del Papa che benedice un pappagallo ha fatto in poche ore il giro del mondo. Fatto sta che la vita già di per sé frenetica di Ghybli si è improvvisamente movimentata e le tv fanno a gara per contenderselo nelle varie trasmissioni. 

 

 Solo che a differenza del passato, dove nei talk-show di Maurizio Costanzo l’argomento era legato alle tecniche di seduzione ed al suo sex-appeal con il gentil sesso, oggi i giornalisti scoprono un uomo diverso che non rinnega certo il suo passato da stripman e da attore (prossimamente è atteso sul set di “Ziva” diretto da Tinto Brass ndr), ma che finalmente può far emergere il suo lato tenero e di fervente cattolico.

 

Forse non tutti sanno che questo Casanova del terzo millennio è anche volontario soccorritore di pronto intervento con le ambulanze della Croce Maria Bambina, oltre a vestire la divisa di City Angel.

 

Per anni si è adoperato anche nel sociale con incarichi importanti nel consiglio comunale di Trezzano ed ha spesso svolto azioni benefiche per conto di onlus legate agli ambienti ecclesiastici, con una particolare predilezione per il Cardinale Tettamanzi.

 

Ghybli ed Amore:  i nuovi paladini dello show-business.  Dove a volte c’è bisogno di un vento caldo che spazzi via le maldicenze e di un po’ di sano e puro sentimento universale.