False rivelazioni sul modello Simone Coccia Colaiuta, per screditare la fidanzata, la Senatrice Pezzopane.

000000000 xx
Share Button

Circa tre mesi fa, un giornalista (o pseudo tale) legato da forte legame di collaborazione con un noto politico abruzzese, fece uscire su un importantissimo quotidiano nazionale delle immagini “taroccate” che raffiguravano la senatrice del PD Stefania Pezzopane a fare il bagno, a Rimini, insieme al fidanzato e ad un ex narcotrafficante, facendo credere che tra loro ci fosse una particolare amicizia e complicità, tale da mettere in discussione la serietà e la credibilità della politica abruzzese.

 

00000000000

 

Nulla di più falso, perchè le immagini pubblicate, che fecero logicamente notevole scalpore, erano frutto di un’abile manipolazione, che solo un occhio scaltro ed esperto avrebbe potuto individuare.

E proprio puntando sul fatto che il cittadino comune non ha la possibilità e la capacità di valutare ed indagare, così come solo un esperto di fotografia può fare, altri mass-media si unirono all’attacco mediatico sferrato alla senatrice, così come sperava succedesse chi aveva messo in piedi il trabocchetto diffamatorio.

 

0000000000

 

Ora, a distanza di circa te mesi, le stesse strategie diffamatorie (e probabilmente la stessa mano…) colpiscono nuovamente la senatrice del PD, ma questa volta in modo ancor più subdolo, tramite un attacco al fidanzato, il modello Simone Coccia Colaiuta, reo, secondo le accuse portate anche in onda incolpevolmente da “Striscia la Notizia” (che si è purtroppo fidata, come forse avremmo fatto anche noi di Tv Più), di avere “usurpato” la fascia donata dallo sponsor in occasione della finale nazionale del concorso “Il Più Bello d’Italia”.

 

000000000 xx

 

Mezzi loschi e meschini, che intendono evidentemente ledere alla credibilità della senatrice Pezzopane, che molti, forse troppi, intendono “levarsi dai piedi” perchè particolarmente scomoda, in quanto non rappresentante della solita vergognosa politica che balza quasi quotidianamente nelle prime pagine dei giornali e dei Tg, ma rappresentante di una politica che non si piega al potere e non fa affari con una certa imprenditoria e finanza che vorrebbe speculare sulla ricostruzione del dopo terremoto, a L’Aquila, città nella quale la Pezzopane vive e dove giustamente vigila attentamente, forte sia del suo ruolo istituzionale sia della stima dei suoi concittadini e dei suoi corregionali.

 

0000000000000

 

Un tempo ci meravigliavamo della politica-spettacolo, ma ora ci tocca amaramente meravigliarci dello spettacolo che vorrebbe propinarci un certo sottobosco della politica, colluso anche con giornalisti (o pseudo tali) al soldo del potere politico-malavitoso, logicamente più attendo a tutelare i propri interessi (costi quel che costi) che gli interessi dei cittadini.