Berlusconi, tra diete e massaggi, compera due nuove ville in Sardegna

image
Share Button

Ancora si ricordano le foto di Berlusconi in giacca blu e di Toti in camicia bianca a Villa Paradiso sul Lago di Garda. Era il gennaio del 2014 e il Cavaliere si rinchiuse per diversi giorni con l’ex direttore del Tg4 e Studio Aperto in una beauty clinic’ da 2400 euro al giorno. Accompagnato dalla fidanzata Pascale e dalla fedelissima Maria Rosaria Rossi.

RELAX
Un periodo di relax per caricare le pile e dimagrire. L’ex premier, riferiscono fonti parlamentari di FI, ha scelto ora un centro benessere in Trentino Alto Adige. Ieri ha svolto a Milano una serie di visite mediche già programmate e venerdì dovrebbe lasciare Arcore. Per un periodo di riposo (una settimana, spesa prevista – riferisce un deputato azzurro – intorno ai centomila euro), per un’altra super dieta’, per poter essere pronto ad una nuova campagna elettorale. Massaggi, piscina e tanti esercizi. L’obiettivo, inutile dirlo, è rimettersi in forma. A settembre del 2008 scelse invece il Centro Benessere Messeguè di Melezzole, tra Terni ed Orvieto.

Sono famose le immagini in cui agli albori della sua discesa in campo correva sulla spiaggia con Confalonieri e Galliani. L’ex presidente del Consiglio ha scelto di restare lontano da Roma, dalla guerra sui vitalizi e dalle trattative con i fuoriusciti da Ap, anche perché la nascita della quarta gamba del centrodestra è stata rinviata a settembre. Non dovrebbe tornare nella Capitale prima di settembre quindi, quando si giocherà la partita decisiva sulla legge di bilancio e sulla legge elettorale.

E nessun contatto neanche con Salvini che sta accelerando nel suo progetto sulla Lega dei popoli per cercare di attrarre gli azzurri che guardano ad un asse con il partito di via Bellerio. La prossima settimana Berlusconi volerà in Sardegna e sarà villa Certosa il suo quartier generale. Dovrebbe rimanerci tutto il mese e già si prevede una transumanza’ di deputati e senatori sull’isola, a caccia di un posto al sole alle Politiche.

«Già in tanti hanno prenotato alberghi nelle vicinanze della residenza estiva di Berlusconi», sussurra un big’ di FI. L’assedio è già cominciato da tempo, anche perché le voci che girano nel partito è che l’ex premier avrebbe già pronta una prima scrematura delle candidature. In realtà l’intenzione di Berlusconi è quella di attendere quello che succederà alla ripresa dei lavori parlamentari. Ieri alla Camera dei deputati c’è stato un nuovo tavolo del centrodestra per cercare una posizione comune sulle regole del voto. FI sta cercando di portare la Lega sul premio alla coalizione. L’idea è quella di ripartire dal testo bocciato da M5S e modulare la soglia di sbarramento: al 3% se si corre in coalizione, al 5 o al 6 se si va da soli. «Ci sarà una Commissione di esperti per elaborare già dalle prossime settimane testi e proposte», spiega una nota.

COMPRAVENDITE
Il Cavaliere però in Sardegna si dedicherà soprattutto alle sue ville. È tempo di investimenti: ne ha comprate altre due. Entrambe adiacenti a villa Certosa. Per una spesa complessiva che si aggira intorno ai quattro milioni. Già sta lavorando con gli architetti di fiducia su come ristrutturarle. E intanto sta pensando seriamente alla possibilità di vendere la villa ad Antigua. Troppo costosa, troppo lontana e poco utilizzata anche dai figli.

 

———————–

Servizio pubblicato sul www.ilmessaggero.it, consultabile tramite il seguente link: https://www.ilmessaggerocasa.it/news/casa/il_retroscena_roma_ancora_si_ricordano_le_foto_di_berlusconi_in_giacca_blu_e/2585996.html