Viviana Bazzani contesta le sempre più numerose giovani fintamente innamorate di uomini anziani

viviana-bazzani-002
Share Button

Viviana Bazzani, l’ex naufraga dell’Isola dei Famosi impegnata da lungo tempo nella professione di attrice, autrice e regista (quest’anno è co-protagonista, con John Savage e Flavio Bucci, del film SOTTO IL SEGNO DELLA VITTORIA, in uscita a dicembre nelle sale cinematografiche, con la regia di Modestino Di Nenna, ed è anche stata scelta per recitare, in coppia con Michele Placido, nel videiclip del nuovo singolo del gruppo storico I NOMADI), non ama le donne che per raggiungere determinati scopi sono disposte a tutto, senza porsi dei limiti, e questo lo ha dichiarato senza mezzi termini, seppur in modo simpatico, a noi di Tv Più, in modo da potervi riportare, di prima mano, quanto da lei affermato: “In questa nuova attuale generazione di donne, ce se sono alcune, per non dire moltissime, che al classico coetaneo preferiscono un uomo molto ma molto più anziano, però di potere, tanto da lanciare la moda del Geriatrico-Boy, nuova tendenza portata avanti da fanciulle disposte a tutto pur di conquistare la tanto agognata notorietà.

.

E non è una novità, che lavorare nel mondo dello spettacolo è difficilissimo, sopratutto se non si è più donne giovanissime, e tra queste io identifico due categorie, che incontro spesso in questa realtà.

.

viviana-bazzani-abcd

.

La prima, racchiude donne determinate, capaci di reinventarsi con intelligenza, rimanendo sempre, con discrezione, in buoni contesti televisivi e cinematografici.

.

Poi, ci sono le altre, le donne arriviste, assetate di quella fama mai raggiunta, che furbamente, e sottolineo furbamente, hanno scelto la strada delle innamorate di uomini molto attempati, convinte di poter accedere, attraverso vie preferenziali, nei migliori salotti TV.

.

Che tristezza vederle avvinghiate a questi poveri uomini, ultra ottantenni un po’ rimbambiti, pur di ottenere una misera foto su qualche quotidiano di gossip, ed ancora più patetico è leggere alcune loro dichiarazioni sulla virilità dei loro geriatrico-boys, migliori, a loro dire, di  tanti ragazzi sulla trentina.

.

Detto ciò, che a me sembra sconveniente e sconvolgente, consentitemi di usare, a tal proposito, una frase storica del grande Totò: “ma mi faccia il piacere”.

.

Il geriatrico-boy, siamo sincere, non ti cambia la vita, te la complica, ed agli occhi del pubblico, la donna fintamente “innamorata”, non riesce certamente a fare colpo, tanto che il suo comportamento può causarle solo effetti collaterali, in grado di nuocere alla sua immagine e alla sua futura professione artistica, qualora fosse realmente in possesso del raro x factor.

.

Meditate donne… meditate”.