“Dunk Den Herrn” è il video-clip di Carolina Kobekus che scandalizza la comunità cattolica tedesca

004
Share Button

“Dunk Den Herrn”, è questo il titolo del video-clip che ha scandalizzato la Germania e che, in breve tempo, si è diffuso a macchia d’olio in tutto il mondo, creando non poche polemiche e risentimenti, anche e soprattutto tra i cattolici.

Se da una parte c’è chi tende a sdrammatizzare la provocazione messa in atto dall’attrice-cantante Carolin Kobekus, dall’altra c’è chi, invece, la vorrebbe al “rogo”, per via della sua manifestata blasfemia.

 

 

La scena del video-clip che ha fatto infuriare i rappresentanti della Chiesa ed i cattolici tutti, è quella che vede la cantante vestita da suora mentre lecca un crocefisso, simbolo indiscusso della cristianità.

 

“Mi chiedo per quanto tempo ancora dei giovani individui debbano andare in Chiesa. La vita delle persone è cambiata negli ultimi 2000 anni.  Fino a quando la chiesa non farà nessuna piccola riforma, come ad esempio dare l’eucarestia alle persone risposate e divorziate, le persone usciranno a frotte dall’istituzione ecclesiastica”.

Con queste stupide, aride e scontate parole, risponde la Kobekus, a chi la critica e le chiede di “pentirsi”.

Noi non vogliamo esprimere giudizi o condanne sommarie, ma strumentalizzare una religione, qualunque essa sia, per fare scandalo e trarne vantaggi professionali ed economici, ci sembra vergognosamente squallido.