Cinema - TV - MusicaProgrammi TV

C’è posta per te 2020

La corazzata di Maria de Filippi riparte col botto

Il fortunatissimo programma di Canale 5 ha riaperto i battenti l’11 gennaio per la 23esima edizione. Dal 2000 infatti sono andate in onda più di 230 puntate.

Pe chi non lo conoscesse (esiste qualcuno che non si è mai imbatto in neanche un fotogramma facendo zapping?), la trasmissione sviluppa il concept del buon vecchio Stranamore, altro programma di successo andato in onda su Canale 5 tra il 1994 e il 1997 (e a sua volta basato sul format olandese “All you Need is Love”).

Studio C'è posta per Te

 

C’è posta per te ruota intorno al meccanismo del messaggio a sorpresa inviato per i motivi più vari: riallacciare un vecchio rapporto, ricongiungere passate amicizie, chiarire questioni spinose… Nei primi anni la trasmissione ha toccato vette vertiginose di audience arrivano a sorpassare anche gli 8.000.000 di telespettatori (3a stagione).
Il programma ha poi avuto un calo costante (pur registrando numeri molto alti) fino al 2012, per poi risalire la china e attestarsi vicino ai 5.500.000 telespettatori.

Dal programma sono stati poi tratti numerosi spin-off come: L’album di C’è Posta per Te, Ragione e sentimento – L’album di C’è Posta per te, Posta Prioritaria, Il meglio di C’è Posta per Te.

Il 2020 si è aperto con la presenza in studio di Johnny Depp, Luca Argentero e Cristina Marino (1a  puntata) per poi proseguire con Can Yaman, Mara Venier (2a  puntata), Antonio Banderas, Gilia Michelini (3a  puntata), Ciro Immobile, Jessica Melena (4a  puntata), Rudy Zerbi, Teo Mammucari, Gerry Scotti e Sabrina Ferilli, Emma Marrone (5a  puntata)… Oltre ovviamente alle storie che stanno alla base del format.

Maria de Filippi C'è posta per Te

 

La nuova edizione sta registrando ottimi risultati di audience arrivando vicino ai 6.000.000 di spettatori (puntata del 18 gennaio).

Se anche voi avete una storia da raccontare, o un problema da risolvere, potete farlo direttamente dal sito del programma.

Tags
Mostra di più

Related Articles

Back to top button
Close
Close