LEGGE AMMAZZA RANDAGI: l’Abruzzo pronto ad emanare una vergognosa legge contro i nostri Amici Animali

YYY
Share Button

I responsabili della direzione e della redazione di Tv Piu’, manifesteranno insieme agli animalisti, perché non sia varata l’assurda e vergognosa legge regionale della quale si parla nell’articolo pubblicato sul seguente profilo Facebook: https://www.facebook.com/events/592739200762398/?previousaction=join&source=1

 

—————————————————–

 

X001

 

Siamo tutti a conoscenza della vergogna che sta colpendo l’Abruzzo con una suggerita “LEGGE AMMAZZA RANDAGI” !
Tra le previsioni più gravi di quella che potrebbe essere ricordata come “legge ammazza cani” la previsione che sia possibile effettuare l’eutanasia su richiesta del proprietario, il pronto soccorso solo a favore dei cani e non dei gatti …

 

Allegato: http://www.geapress.org/randagismo/abruzzo-domani-si-vota-la-proposta-ammazza-cani/48659
DICIAMO NO ALLA LEGGE AMMAZZA CANI. SERVE L’AIUTO DI TUTTI VOI !

 

Come diffuso dalle associazioni LAV, LEGA PER LA DIFESA DEL CANE ED ENPA, i Consiglieri regionali in Abruzzo in questi giorni sono chiamati a decidere circa il pdl n. 424/2012 “Norme sul controllo del randagismo, anagrafe canina e protezione degli animali d’affezione”, legge altrimenti nota come “ammazza-cani”.

 

La proposta di legge duramente contestata dalle Associazioni per la sua contrarietà alla normativa nazionale, doveva essere votata il 15 ottobre, ma attraverso azioni di protesta e pressioni si è riusciti ad ottenere un rinvio al 15 di Novembre.

 

Auspichiamo che in questo lasso di tempo i Consiglieri regionali esaminino attentamente e con grande senso di responsabilità gli emendamenti presentati dalle associazioni, arrivando quindi alla prossima seduta con un testo condiviso e capace di tutelare davvero gli animali, garantire loro corrette modalità di detenzione e prevenire abbandono e randagismo.

 

Ricordiamo che la proposta di legge tra le previsioni più gravi riporta l’eutanasia su richiesta del proprietario, la possibilità di uccidere i cani inselvatichiti, il pronto soccorso solo a favore dei cani e non dei gatti e la sterilizzazione dei randagi che da obbligo di legge diventa eventualità.

 

Non solo la proposta non è assolutamente in linea con le tendenze dell’Italia civile che tutela sempre di più i nostri amici animali, ma è in netto contrasto anche con la 281/91 Legge quadro in materia di prevenzione al randagismo e con l’art. 544 bis del codice penale.

L’Abruzzo non vuole e non accetterà una legge “ammazza cani” che non incentiva la prevenzione ma la soppressione, che non guarda al futuro ma torna al passato, che non tutela gli animali ma tutti coloro che vogliono amministrare esclusivamente il potere economico e gestionale.

E’ necessario quindi far sentire la nostra voce scrivendo una mail prima che il Consiglio debba votare questa legge incivile, il prossimo 15 Novembre 2013.

 

Confidiamo che i Consiglieri della Regione Abruzzo aprano gli occhi e sfruttino al meglio quella che potrebbe essere una grande occasione di crescita e non di regresso, accogliendo gli emendamenti proposti dalle Associazioni animaliste, sul modello di regioni all’avanguardia. Continueremo a combattere contro questa legge ingiusta, al fianco dei cittadini e dei volontari che quotidianamente lottano contro il randagismo, l’abbandono e l’abuso di cui i nostri animali sono ancora troppo spesso vittime.
Scriviamo a tutti agli indirizzi riportati sotto il testo da inviare ai Consiglieri della Regione Abruzzo

 

TESTO:
Alla cortese attenzione del Presidente Chiodi,  del Presidente Pagano”" e dei Consiglieri  della Regione Abruzzo
Gentile Presidente e Gentili Consiglieri,

 

io sottoscritto _______________ chiedo che siano accolti tutti gli emendamenti proposti dalle Associazioni animaliste circa la proposta di legge sul controllo del randagismo che verrà discussa il 15 Novembre 2013. Chiedo che non sia permessa in Abruzzo l’eutanasia per i cani su richiesta dei proprietari, che sia potenziata la sterilizzazione obbligatoria in quanto unica e vera soluzione al problema del randagismo, che sia cancellata la possibilità di abbattimento per i cani randagi, che il pronto soccorso veterinario sia esteso anche ai gatti, che si ridiscuta la situazione dei cani che vivono legati, che si rispettino i diritti degli animali d’affezione e che questi ultimi vengano estesi. Come cittadino italiano manifesto disappunto e preoccupazione per questa proposta indecorosa, che non dovrebbe essere neppure presa in considerazione in un Paese civile, e nel 2013.
Cordiali saluti,

 

Nome e cognome

 

 

INDIRIZZI AI QUALI INVIARE LA MAIL:
gianni.chiodi@regione.abruzzo.it;  presidenza@pec.regione.abruzzo.it;   nazario.pagano@crabruzzo.it; guido.durbano@crabruzzo.it;  luca.saraceni@crabuzzo.it;  alessia.dilorenzo@crabruzzo.it;  antonella.guarino@crabruzzo.it;  rosalba.valeri@crabruzzo.it;  maurizio.acerbo@crabruzzo.it;   argiro@argirogroup.com; walter.caporale@crabruzzo.it;  franco.caramanico@crabruzzo.it;  alfredo.castiglione@regione.abruzzo.it;  ricardo.chiavaroli@crabruzzo.it;  carlo.costantini@crabruzzo.it;  camillo.dalessandro@crabruzzo.it;
cesare.dalessandro@crabruzzo.it;  giovanni.damico@crabuzzo.itluigi.defanis@regione.abruzzo.it;  Giorgio.dematteis@crabruzzo.it;  walter.dibastiano@crabruzzo.it;  giuseppe.diluca@crabruzzo.it;  emiliano.dimatteo@crabruzzo.it;  giuseppe.dipangrazio@crabruzzo.it;  assllpp@regione.abruzzo.it;  assagri@regione.abruzzo.it;  alfredo.grotta@regione.abruzzo.it;  gianfranco.giuliante@regione.abruzzo.it;  emilio.iampieri@crabruzzo.it;  carlo.masci@regione.abruzzo.it;  antonio.menna@crabruzzo.it;  luigi.milano@crabruzzo.it;  nicola.mincone@crabruzzo.it;  emilio.nasuti@crabruzzo.itpaolo.palomba@crabruzzo.itlucrezio.paolini@crabruzzo.it;  alessandra.petri@crabruzzo.it;  antonio.prospero@crabruzzo.itberardo.rabbuffo@crabruzzo.it; luca.ricciuti@crabruzzo.it;  claudio.ruffini@crabruzzo.it;  antonio.saia@crabruzzo.it;  marinella.sclocco@crabruzzo.it;  lorenzo.sospiri@libero.it;  daniela.stati@regione.abruzzo.it;  camillo.sulpizio@crabruzzo.it;