Attualità e GossipoggiTechUncategorized

Apple lancia il Macintosh

Anno 1984

Il 24 gennaio del 1984 Steve Jobs presenta, in uno dei suoi primi keynote, il Macintosh. Vede così la luce il personal computer che diede inizio all’era di mouse, icone, scrivanie e finestre, cambiando per sempre il mondo dell’informatica. Prima di lui solo il pioniere Xerox Alto e L’Apple Lisa avevano osato tanto.

Il primo Macintosh montava un processore Motorola 68000, aveva ben 128k di ram e, sia il sistema operativo, sia programmi e documenti, giravano tutti su un singolo dischetto da 3,5″ dotato dell’incredibile capacità di 400kb.

Lo schermo era un crt monocromatico che virava leggermente sull’azzurro. I suoi 9 pollici con risoluzione 512×342 sarebbero poco anche per un tablet di oggi, ma ai tempi si potevano fare cose impensabili per i pc concorrenti.

Il Macintosh diede il via alla prima rinascita di Apple dopo gli insuccessi commerciali della serie III e del Lisa. Al momento del lancio costava 2.495$. All’interno della scocca beige sono presenti le firme di tutto il team che partecipò al progetto rivoluzionario.

Macintosh ad

Il Macintosh fu lanciato attraverso una vasta campagna pubblicitaria. Il primo spot passò durante il XVIII Superbowl, a dirigerlo venne scelto Ridley Scott (regista di Alien e Blade Runner). Il fimato simboleggia la rottura degli schemi e la libertà dal conformismo. È un dichiarato richiamo a 1984 di George Orwell e molti ci vedono IBM come bersaglio e rappresentazione del grande fratello.

Tags
Mostra di più

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close