In evidenzaSalute e Benessere

Le FAQ sul Coronavirus. Ovvero tutte le domande (e le risposte) che avreste voluto fare sul Covid-19

Q&A. Ma questo si può fare, cosa rischio se..., è pericoloso.., la zona protetta... etc.?

Più di 70 domande e risposte sul Coronavirus. La più aggiornata e fruibile guida del web.

Potete scorrere qui sotto l’intera guida delle domande, immettere la prima lettera del termine cercato oppure utilizzare il campo cerca.

Tutte le risposte provengono da fonti autorevoli come l’OMS (organizzazione mondiale della sanità) o WHO (World Health Organization); il Ministero della Sanità, la Protezione Civile, la Ema (Agenzia europea sui medicinali), virologi, ed esperti legati al settore di riferimento.


 


Filtro

Aeroporti

Gli scali delle zone protette vengono chiusi?
No, anche se Alitalia dal 9 marzo blocca i voli internazionali su Malpensa e il 12 marzo viene annunciata la chiusura di Linate, con spostamento dei voli nazionali sul Terminal 2 di Malpensa.
Le destinazioni internazionali si sposteranno su Roma. Limitata anche l’attività a Venezia.
Molti aeroporti internazionali hanno chiuso totalmente o parzialmente i voli da e per l’Italia (Portogallo, Danimarca, Austria, Ungheria, Albania, Marocco, Tunisia, Giappone, Malta, Turchia, Spagna, Canada… ma anche Grecia, Romania, Iran, Israele, Kuwait, Georgia, Polonia, Repubblica Ceca e Kosovo.

Amici

Posso andare a feste o cene a casa di amici?
No, ogni spostamento è consentito unicamente per motivate esigenze lavorative, per situazioni di necessità o per motivi di salute.

Animali

Il virus si trasmette da animali a umani?
In Cina, nel 2020 il Cov Sars è stato trasmesso dagli zimbelli agli uomini e, in Arabia Saudita dai dromedari agli esseri umani. Anche per quanto riguarda il nuovo Coronavirus si ritiene che i primi casi siano derivati da fonte animale. In riferimento agli animali domestici, non ci sono evidenze scientifiche che cani o gatti possano diffonderla. È comunque consigliato un lavaggio frequente delle mani dopo un contatto.

Antibiotici

Sono utili per prevenire l’infezione?
No, gli antibiotici sono efficaci contro le infezioni batteriche, ma non funzionano contro i virus.

Asporto

Alcune prefetture hanno dato il via libera all’apertura di alcuni locali d’asporto. Con l’ultimo decreto sembrerebbero impedite le attività di asporto o take away.

Antivirali

Cosa sono gli antivirali?
Gli antivirali sono farmaci impiegati nel trattamento di infezioni causate da virus.

L’Agenzia europea sui medicinali (Ema) ha dichiarato che i vaccini avranno un percorso lungo prima di essere disponibili (diversi mesi, fino a più di un anno). È perciò importante in questa fase acuta di disporre o sviluppare farmaci (gli antivirali appunto) che possano intervenire nelle fasi più gravi della malattia, evitando il più possibile i decessi. Sono in fase di studio e test diversi farmaci esistenti che sembrano dare risultati incoraggianti.

Attività commerciali

Come sono regolate le attività commerciali?
Dopo la serata dell’11 marzo il Governo blocca tutte le attività commerciali non essenziali. Restano aperti supermercati (e la filiera dell’approvvigionamento), banche, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie, servizi di trasporto, benzinai e movimentazione merci. Per uscire dal domicilio è necessaria l’autocertificazione. La trovate Qui.

Autocertificazione – Autodichiarazione

Dove trovo la certificazione per gli spostamenti di lavoro?
Per motivi di lavoro è permesso muoversi all’interno e all’esterno del proprio Comune.
Per farlo serve un’autocertificazione firmata.
Qui troverete il documento da compilare.
Questa dichiarazione potrà essere data anche seduta stante con moduli forniti dalle forze dell’ordine (fonte: Ministero della Salute).

Bottiglie e bicchieri

È possibile l’uso promiscuo di contenitori o recipienti di liquidi? Va evitato l’uso condiviso di bottiglie e bicchieri, soprattutto durante attività sportive per l’alta possibilità di contagio in caso di soggetto infetto.

Contanti

Lo scambio di monete/banconote può trasferire il virus?
Valgono le regole relative a qualsiasi oggetto. Il virus sopravvive sugli oggetti (a seconda degli studi da qualche ora a diversi giorni). Quindi dopo aver toccato un qualsiasi oggetto che potrebbe essere stato infetto, non toccarsi bocca e naso e lavarsi frequentemente le mani.

Contatto Stretto

Cosa si intende per contatto stretto?
Il centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie riporta questa definizione: persona che vive nella stessa casa di un caso di COVID-19 o che ha avuto un contatto fisico diretto (per esempio una stretta di mano), un contatto con le secrezioni, un contatto con un operatore sanitario che fornisce assistenza diretta ad un caso di COVID19 o che ha viaggiato con uno o più casi di COVID19.

Coronavirus

Cos’è il coronavirus?
In realtà sarebbe meglio dire i coronavirus, perché ne esistono di vari tipi e il primo fu identificato addirittura nel 1960. Di Cov, ad oggi ce ne sono di sette tipi:
1 – 229E (CoV alpha)
2 – NL63 (CoV alpha)
3 – OC43 (CoV beta)
4 – HKU1 (CoV beta)
5 – MERS (CoV beta – Middle East respiratory syndrome)
6 – SARS (CoV beta – Severe acute respiratory syndrome)
7 – nCoV 2019 (Nuovo coronavirus)

I coronavirus (chiamati così per per la loro forma a corona) sono virus respiratori che possono causare malattie da lievi a moderate, dal comune raffreddore a sindromi respiratorie più gravi. La nuova variante è stata identificata dalla sanità cinese e associata ad un focolaio partito dalla città di Wuhan, nella Cina centrale.
Il nuovo Coronavirus, è quindi un’infezione simile all’influenza, che ha solo, in questo momento, un’aggravante: non abbiamo ancora sviluppato anticorpi adeguati per contrastarlo (è un virus poco conosciuto dal nostro organismo) e non sono ancora stati sviluppati vaccini.

Covid-19

Questo è il nome dato alla malattia provocata dal nuovo Coronavirus. È una parola formata da “CO”(corona), “VI” (virus), “D” (disease – malattia) e “19” (l’anno in cui si è manifestato).

Comportamento

Come devo comportarmi in caso di sintomi (febbre, difficoltà respiratorie, contatto con infetti)?
In caso di sintomi manifesti non recarsi al pronto soccorso o presso gli studi medici.
Andrà invece contattato telefonicamente il proprio medico di famiglia, la guardia medica o il numero 1500.
Si possono chiamare anche i numeri verdi regionali. In casi di emergenza sono disponibili anche i numeri 112 e 118.
Tutte le persone che rientrano da zone a rischio hanno l’obbligo di isolamento domiciliare e di comunicazione alla ASL.

Concorsi

Si possono svolgere concorsi?
I concorsi sia pubblici, sia privati (ad eccezione di quelli svolti via internet) sono sospesi.
Vengono esclusi dalla sospensione solo alcune tipologie (personale sanitario, protezione civile)

Contatto

Come si gestisce un contatto con un caso confermato di Covid-19?
Le autorità sanitarie devono applicare la quarantena con sorveglianza attiva per 14 giorni.

Disinfettante

È possibile realizzare un disinfettante tipo Amuchina in casa?
Vista la scarsità (o i costi) per reperire i disinfettanti per le mani, l’OMS ha rilasciato la ricetta per prepararlo in casa.
Per 200 ml di prodotto andranno mescolati:
135 ml di alcol etilico al 96% (quello bianco usato per preparare i liquori)
8,5 g di acqua ossigenata al 3% (quella normale a 10 volumi)
3 g di glicerina (glicerolo) al 98%
Acqua distillata (oppure fatta bollire e poi raffreddata) fino ad arrivare ai 200 ml

Domicilio

È possibile il rientro al proprio domicilio?
Sì, il rientro alla propria casa è assicurato a tutti i residenti.

Durata

Quanto durerà questa epidemia?
Non esistono previsioni o dati certi capaci di indicare una tempistica precisa.

Walter Ricciardi (membro dell’OMS) ha dichiarato che, se tutto dovesse essere gestito al meglio, si arriverà sicuramente all’estate.

Età

Le persone di tutte le età possono essere infettate dal nuovo Corona virus. D’altra parte le persone anziane e quelle che soffrono di pre-esistenti patologie (come asma, ipertensione, diabete, problemi cardiaci) sono più vulnerabili ad aggravare seriamente l’evoluzione dell’infezione.

Farmacie

Questi esercizi vengono chiusi?
No, farmacie e parafarmacie restano aperte fatto salvo il rispetto della garanzia di distanza di 1 metro tra i clienti.

Fake News

Esistono bufale o falsi miti sul Coronavirus?
Sì. In un articolo pubblicato sul New York Times vengono smentite e/o chiarite diverse notizie non corrette che circolano in rete sul coronavirus.
Bere molta acqua non evita il contagio, non bisogna radersi la barba per proteggersi dal virus, il diossido di cloro non va assolutamente ingerito, così come l’argento colloidale (non presenta benefici noti). Il colore del sangue non cambia in chi è affetto dalla patologia.
A differenza di quanto detto inoltre, il virus ha scarse probabilità di essere stato sviluppato in laboratorio, i test tampone per il virus non costano migliaia di dollari e molti dati presenti nei post sui social network sono stati falsificati per alimentare teorie complottiste.

Per informarvi evitate social network, catene sulle chat e informazioni provenienti da fonti non istituzionali e attenersi alle indicazioni fornite del ministero della salute e dall’OMS.

Febbre

Come comportarsi in caso di temperature superiori ai 37,5°C?
In caso la temperatura corporea superi questi valori (o in presenza di affezioni respiratorie) bisogna rimanere a casa, evitare, se non strettamente necessario, i contatti e informare il medico di fiducia che darà indicazioni precise.

Ferie

Si possono fare ferie in questo periodo?
Le aziende (private e pubbliche) devono promuovere periodi di congedo o ferie da parte dei propri dipendenti.

Gravidanza

Esistono disposizioni particolari per donne in gravidanza?
Esistono poche informazioni legate a questo virus specifico. Generalmente si hanno in gravidanza modifiche del sistema immunitario e un rischio maggiore di sviluppare forme severe di infezioni respiratorie virali.
Ad oggi non sono stati riportati casi di trasmissioni del virus da madre a bambino per quanto riguarda le precedenti versioni del virus (Mers e Sars).
Ulteriori dati riguardanti la gravidanza sono disponibili sul sito del Governo.

Incubazione

Questo periodo (il tempo tra contagio e sviluppo dei sintomi) varia tra i due e gli undici giorni. Generalmente è di 5 giorni, al massimo 14.

Influenza

Il coronavirus è una normale influenza?
Ad oggi il coronavirus è più grave dell’influenza stagionale. Probabilmente quando svilupperemo anticorpi, trattamenti e vaccini sarà uguale, ma per ora causa il 3,4% dei morti contro molto meno dell’1% dell’influenza classica (0,1% negli Stati Uniti).

Infrazioni

Cosa rischio se non seguo del regole imposte dal Governo?
L’ultimo decreto firmato dal Presidente del Consiglio stabilisce che chi viola le prescrizioni è punito con l’arresto fino a tre mesi e con l’ammenda fino a 206 euro. Pene più gravi possono essere comminate a chi adotterà comportamenti, come ad esempio la fuga dalla quarantena per i positivi, che possono configurare il reato di delitto colposo contro la salute pubblica.

Informazioni ufficiali

Dove trovo fonti ufficiali per avere approfondimenti sul nuovo Coronavirus e su temi specifici?
Il Ministero della Salute ha un sito dedicato.
Le Regioni hanno numeri verdi locali per rispondere alle richieste di cittadini.
Anche il WHO ha una pagina in inglese dedicata.
Non recarsi al pronto soccorso, andrà chiamato il proprio medico in caso di sintomi influenzali e sospetto di contatto con un malato di Covid-19. Utilizzare i numeri di emergenza 112/118 soltanto se strettamente necessario.
Le informazioni utili per l’istruzione possono essere trovate qui.
L’andamento dell’epidemia viene aggiornato ogni giorno alle 18 dalla Protezione Civile. Qui i dati relativi alla situazione italiana. Qui quelli mondiali.
Chi viaggia all’estero può trovare utili informazioni su Viaggiare sicuri del Ministero degli Affari Esteri.
Altre informazioni possono essere trovate sulle pagine di Epicentro dell’Istituto superiore di sanità.

Istruzione

Scuole e università verranno chiuse fino al 3 aprile e non si può escludere lo spostamento al 3 maggio.

Lampade UV

Le lampade UV possono essere efficaci, se utilizzate correttamente, per disinfettare gli oggetti. Queste lampade non vanno mai utilizzate per sterilizzare mani o pelle e sono molto pericolose per gli occhi.

Lavoratori

I lavoratori possono recarsi sul posto di lavoro?
Sì, a lavoratori dipendenti, autonomi, artigiani, liberi professionisti… è consentito lo spostamento per motivi di lavoro (vedi “autocertificazione”).

Luoghi di culto e cerimonie

Esistono forti limitazioni per la celebrazioni delle messe, i matrimoni civili e religiosi non possono essere celebrati. Anche le funzioni funebri sono sospese.

Mascherine

L’OMS raccomanda l’utilizzo unicamente in caso di sospetti o sintomi. In caso però di forzata permanenza in luoghi affollata molti soggetti ne raccomandano l’uso. Esistono diversi tipi di mascherine. Le più efficaci sono quelle con filtri FFP2 e soprattutto FFP3. È importante, in caso di utilizzo, attenersi alle istruzioni: non vanno spostate durante l’utilizzo, la parte frontale non va toccata e, per toglierle, prenderle dalle cinghie o elastici e chiuderle in un sacchetto di plastica. Le mascherine sono generalmente mono-uso.

Merci

Il traffico merci è possibile nelle zone a rischio?
La Farnesina precisa che le merci possono entrare e uscire da queste zone. La movimentazione delle merci è considerata “comprovata esigenza lavorativa”.

Mezzi di trasporto

È possibile contrarre il virus su treni, metropolitane, autobus…?
Come tutti i luoghi a elevato affollamento è importante mantenere il più possibile le distanze consigliate (almeno 1 metro) ed evitare l’utilizzo, se non strettamente necessario. Altra forma di protezione è l’utilizzo di mascherine (vedi punto dedicato) e, poiché la trasmissione può avvenire attraverso oggetti contaminati, lavare frequentemente le mani ed evitare di portarle alla bocca, al naso e agli occhi.
Viene stimato un tasso di trasmissione del virus fino a 6 volte più alto ed è raccomandato di evitare il più possibile le ore di punta.

Mortalità

Il coronavirus provoca più morti dell’influenza?
A questa domanda sarà possibile rispondere solo dopo la fine della pandemia con dati certi. Il problema non è però la letalità del virus, ma la velocità di propagazione e, quindi, la capacità di intervento sanitaria con un numero di casi molto alto in un periodo molto breve.

Per fare un confronto con altre cause di decesso, nel mondo muoiono ogni anno più di 9 milioni di persone per cardiopatie ischemiche. Quasi 6 milioni di decessi sono causati da ictus; le malattie polmonari sono responsabili di circa 3 milioni di morti; le infezioni delle vie respiratorie causano circa 3 milioni di decessi; le principali forme di cancro provocano circa 2 milioni di decessi, il diabete circa 1,7 milioni.
Nel mondo i problemi respiratori legati all’influenza provocano cira 650 mila morti l’anno (OMS), in Italia la stessa patologia (cause dirette o indirette) provoca circa 8.000 morti.

(Fonti: OMS top 10 causes of death 2016)

Medicine

Esistono medicine in grado di prevenire o trattare il nuovo Coronavirus?
Ad oggi non ci sono medicine raccomandate dall’OMS per prevenire o trattare i primi sintomi del virus. Gli ospedali possono trattare i casi conclamati e più gravi con misure efficaci.
Sono sotto investigazione da parte dell’OMS trattamenti che verranno analizzati con test clinici.

nCov

La nuova variante del Coronavirus scoperto in Cina a fine 2019.

Numeri

Esistono dati aggiornati sulla diffusione in Italia?
A questo link troverete tutte le informazioni aggiornate, le mappe e i grafici del contagio.
E nel mondo?
Questo link riporta tutti i dati su scala mondiale.

OMS

L’Organizzazione mondiale della sanità è un’agenzia speciale dell’ONU dedicata all’ambito salute. Il suo obiettivo è il raggiungimento del livello più alto possibile di salute e di completo benessere fisico, mentale e sociale. Aderiscono all’agenzia 193 Paesi.

Omeopatia

I prodotti omeopatici sono efficaci contro il virus?
Nessuno studio scientifico ha mai dimostrato l’efficacia di questi rimedi. Soprattutto in casi gravi come questo evitare quindi l’assunzione di prodotti omeopatici che vengono consigliati o reclamizzati come efficaci contro il coronavirus.

Pandemia

Cosa significa Pandemia?
Questo termine definisce un’epidemia con tendenza a diffondersi rapidamente attraverso vastissimi territori o continenti e per la quale la popolazione non ha immunità.
La Pandemia è caratterizzata da elevata contagiosità e tasso di mortalità significativo.
Ad oggi il Coronavirus non è ancora stato dichiarato dall’OMS come Pandemia, si è in attesa di dati certi provenienti da Africa e America Latina per dichiararla. L’11 marzo l’OMS dichiara che il Covid19 è pandemia.

Pericolosità

Quanto è pericoloso questo virus?
Ci si può infettare anche senza presentare sintomi. Di norma i sintomi sono lievi e presentano un inizio lento. La maggior parte delle persone, si stima una percentuale vicina all’80%, guarisce dalla malattia senza necessitare trattamenti. Circa 1 persona su 6 si ammala gravemente e presenta difficoltà respiratorie che possono portare a un ricovero e alla terapia intensiva.

Persone più a rischio

Quali sono le categorie più esposte a sintomi gravi?
Le persone più deboli o che presentano patologie croniche, respiratorie, di immunodepressione o i trapiantati hanno più possibilità di contrarre la malattia in forma severa. È consigliabile alle persone anziane in generale di frequentare il meno possibile luoghi affollati e di lasciare il proprio domicilio unicamente in caso di forte necessità. Ad oggi la media dei decessi riguarda la categoria poco al di sopra degli 80 anni.

Prevenzione

Lavare frequente le mani, evitare zone affollate e restare il più possibile in casa restano il miglior sistema per evitare il contagio.

Pipistrello

Il nuovo coronavirus è partito dai pipistrelli?
Non ci sono ancora conferme certe che il virus si sia trasmesso dai pipistrelli, anche se sono i primi indiziati. Fino a poco tempo fa i responsabili erano i pangolini (un formichiere a squame) e lo zibetto. L’unico effetto di queste notizie è stata una strage di questi animali, soprattutto in Cina.

Regioni.

Esistono regole diverse sul territorio nazionale?
Sì, diverse Regioni hanno comunicato divieti che vanno oltre il decreto ministeriale del 22 marzo. Alcune chiudono alimentari e supermercati la domenica. Per conoscere esattamente le disposizioni andrà consultato il sito della propria Regione di appartenenza Qui.

Rete autostradale.

Si possono percorrere le autostrade?
Il movimento è possibile ma solo per comprovati motivi lavorativi, di salute o situazioni di emergenza.
Sono stati aumentati controlli, anche ai caselli e pattuglie sulla rete.

Smart Working

Cos’è lo smart working?
Per limitare il diffondersi del virus e gli spostamenti dei lavoratori le aziende sono state invitate a permettere e incentivare il lavoro a distanza (lo smart working appunto).

Spedizioni

Le spedizioni dalla Cina possono trasmettere il virus?
L’OMS riferisce che sono basse le possibilità di trasmissione su spedizioni a lungo raggio per tempi e oscillazioni di temperature. Nuovi studi riferiscono invece che la sopravvivenza del virus, in laboratorio e a temperatura costante, può durare anche alcuni giorni.
Concludendo: gli scienziati non hanno ancora dati certi per rispondere alla domanda.

Spesa

La spesa è consentita, si può uscire dal Comune per farla?
La spesa nei supermercati è possibile (fatte salve le condizioni generali tipo distanze e prossimità).
La spesa va effettuata in luoghi adiacenti al proprio domicilio o residenza per limitare il più possibile gli spostamenti.
Si dovrà quindi restare nel proprio Comune se sono presenti punti vendita.
Nonostante la difficoltà (o l’impossibilità) in certi Comuni di effettuare consegne online, è questa la modalità che, se disponibile, andrebbe preferita.
Alcune catene garantiscono inoltre la spedizione gratuita per anziani o disabili (consultare il proprio fornitore).

In ogni caso evitare l’assalto ai supermercati, l’approvvigionamento di merci è regolare e gli assembramenti di persone vanno contro il decreto.
Chi mette in atto questi comportamenti danneggia unicamente la collettività.

Soluzioni saline per naso

La pulizia Del naso con soluzioni spray saline può prevenire le infezioni?
No, non ci sono evidenze che l’utilizzo di queste soluzioni saline abbia protetto le persone dal nuovo Coronavirus o possa prevenire infezioni respiratorie.

Spill Over

Cos’è il salto di specie?
Lo Spill Over (o salto di specie) è un fenomeno che si verifica quando un virus passa da una specie ad un’altra. Nel caso del coronavirus questo è successo dagli animali all’uomo.

Sport

Come vengono regolate le attività sportive?
L’ultimo decreto emanato dal Governo sospende eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici e privati. Sono consentiti unicamente eventi speciali senza presenza di pubblico.

Stagionalità

È vero che il virus scomparirà con l’arrivo delle temperature più alte?
Normalmente i virus influenzali e respiratori si scatenano durante i periodi autunnali e invernali. Ad oggi però non ci si sono evidenze che l’nCov seguirà questa regola.

Stare a casa

Cosa posso fare io per aiutare a combattere il virus?
La misura più efficace per non ammalarsi, non estendere il contagio ed evitare di far collassare l’intero sistema sanitario nazionale è una sola: restare a casa.

Svizzera

Limitazioni di spostamento con la Svizzera?
Il Ministero degli Esteri precisa che le limitazioni imposte dagli ultimi decreti riguardano anche i 70 mila frontalieri che lavorano in Svizzera potranno recarsi sul posto di lavoro, rientrando nella casistica delle “comprovate esigenze lavorative”

Tampone

Cos’è il tampone e come funziona?
È un prelievo di materiale biologico nella mucosa tonsillare. Il campione viene prelevato con uno strumento simile ai cotton fioc, immerso in un gel e raccolto in una provetta. Questo campione viene poi inviato ai laboratori di analisi dove, tramite una “reazione a catena della polimerasi” (PCR) viene rilevata la presenza del virus. Il test richiede dai 40 minuti (con i sistemi di analisi più innovativi) alle 4 ore (con i sistemi tradizionali).

Terapia intensiva

La terapia intensiva (o unità di terapia intensiva) è il reparto ospedaliero dedicato al ricovero di persone in gravi condizioni di salute, che hanno bisogno di assistenza continua per il mantenimento delle funzioni vitali.
I posti letto disponibili negli ospedali e i reparti di terapia intensiva in particolare (oltre ovviamente al numero di medici attivi), rappresentano il vero punto critico del sistema sanitario nazionale. Un numero troppo elevato di casi porterebbe infatti tutto il sistema al collasso.

Trasmissione

Come si trasmette il nuovo Coronavirus?
Il virus si trasmette da persona a persona tramite contatto ravvicinato con individui che hanno già sviluppato la malattia. Il Coronavirus si diffonde principalmente attraverso tosse e starnuti, saliva, contatti personali e portando mani contaminate vicino a occhi, naso o bocca.

Temperature

Il freddo e la neve non uccidono il coronavirus e non ci sono evidenze che nemmeno l’arrivo di primavera ed estate, quindi temperature più calde, porteranno ad una diminuzione del contagio. I riscaldatori asciugamani e i phon non hanno effetti sul virus.

Tempo Libero

Come sono regolate le attività extra lavorative?
Tutti i luoghi a forte aggregazione umana sono vietate nelle zone a rischio. Niente musei, luoghi di cultura, palestre, centri benessere, centri sociali, sale giochi, cinema, teatri, etc…

Tempi

Quanto tempo sopravvive il virus su oggetti e superfici?
Le prime informazioni disponibili sul virus (e ancora oggetto di studio), riferiscono una durata di alcune ore sulle superfici. I disinfettanti contenenti alcol (etanolo al 75%) o cloro (all’1%) sono in grado di uccidere il virus.
Utilizzare alcol o cloro sulla pelle è sconsigliato e non uccide i virus che sono già entrati nel corpo.

Uscite

Passeggiate, visite al parco, e uscite in genere sono permesse?
L’invito generale è quello di restare a casa. Gli sport motori non sono vietati espressamente ed è possibile portare il cane fuori, ma in vicinanza del domicilio. Anche le uscite in bicicletta sono fortemente sconsigliate, con l’emergenza ospedali, un incidente potrebbe costare caro.

Anche per le uscite a piedi è necessaria l’autocertificazione.

Vaccino

Chi ha fatto il vaccino influenzale è più protetto contro l coronavirus?
No, il vaccino antinfluenzale copre i ceppi già conosciuti. Il coronavirus è un nuovo virus quindi non ha effetto. Per curare il Covid-19 dovremo attendere un nuovo vaccino.

Esiste un vaccino per il nuovo Coronavirus?
No, a oggi non sono stati sviluppati vaccini (si stima che i tempi di creazione di uno dedicato all’nCov possano richiedere da 12 a 18 mesi).

Viaggi

Come ci si deve comportare in caso di viaggi?
Tutti gli spostamenti non strettamente necessari sono sconsigliati. Il virus si sta propagando rapidamente in quasi tutte le aree del globo. Per l’Europa l’OMS considere il rischio “molto alto”. L’OMS pubblica ogni giorno un aggiornamento epidemiologico.
Il Ministero della Salute il 30 gennaio ha sospeso il traffico aereo con la Repubblica Popolare Cinese, incluse le Regioni Amministrative Speciali di Hong Kong e Macao e anche a Taiwan.

Virus

Ma cos’è esattamente un virus?
Il virus (parola derivata dal latino e che significa “veleno”) è un microrganismo parassita che si replica all’interno delle cellule di altri organismi.
I virus possono infettare tutti i tipi di forme di vita, inclusi altri virus. Questo agente biologico patogeno può essere responsabile di malattie, anche letali, nell’organismo ospite.
Si ritiene che, nel mondo, siano presenti diversi milioni di specie di virus. Gli antibiotici non hanno effetto sui virus, per combatterli servono farmaci antivirali sviluppati ad hoc oppure vaccinazioni preventive.

WHO

Nome inglese dell’Organizzazione mondiale della sanità: World Health Organization (vedi OMS)

Zanzare

Le Culicidae possono trasmettere il Coronavirus?
L’OMS dichiara che non c’è alcuna evidenza che il virus venga trasmesso dalle zanzare.

Zona rossa

Cos’è la zona rossa? (vedi Zona protetta)
In queste zone nessuno può entrare o uscire, per nessun motivo. Appartenevano alla zona rossa 10 comuni della Lombardia (Bertogno, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione d’Adda, Codogno, Fombio, Malco, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini) e un comune del Veneto (Vò Euganeo).
Tutti questi comuni sono passati poi alla zona arancione e ora alla zona protetta.

Zona arancione

Cos’è la zona arancione? (vedi Zona protetta)
Si può entrare e uscire da questa zona “soltanto per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute”. Fino al 10 marzo si trovavano in zona arancione tutta la Regione Lombardia (i comuni che si trovavano in zona rossa passano in arancione), 5 province della Regione Emilia Romagna (Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Rimini), 1 provincia delle Marche (Pesaro e Urbino), 5 province del Piemonte (Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli), 3 province del Veneto: Padova, Treviso, Venezia. Tutte queste aree sono passate poi alla zona protetta con il resto del Paese.

Zona protetta

Cos’è la zona protetta?
Dal 10 marzo tutta l’Italia viene dichiarata zona protetta. Valgono le disposizioni della vecchia zona arancione. Stop alle scuole fino a data da destinarsi e interruzione di tutte le manifestazioni sportive fino a nuovo ordine.

Nella serata dell’11 marzo il Governo inasprisce le misure di chiusura degli esercizi commerciali. Chiudono molte delle attività comuni. Restano aperti supermercati (e la filiera dell’approvvigionamento), banche, edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie, benzinai, servizi di trasporto e movimentazione merci. Per uscire dal domicilio è necessaria l’autocertificazione. Uteriori limitazioni alle attività produttive vengono pubblicate con il Dpcm del 22 marzo. Lo trovate Qui.

Chi non rispetta le misure previste dal decreto infrange l’articolo 650 del codice penale, che prevede l’arresto fino a tre mesi e un’ammenda fino a 206 euro.
In caso poi di denuncia per attentato alla salute pubblica, le pene possono arrivare ai 3 anni di reclusione.

ZTL

In queste ore vengono prese misure ad hoc sulle aree ad accesso limitato delle città e sui parcheggi a pagamento. Per le ultime notizie visitare il sito del proprio comune Qui

Tags
Mostra di più

Related Articles

Back to top button
Close
Close